Sembrerebbe che l’erba cipollina sia originaria della Cina ed è l’unica cipolla che cresce sia in Europa che in America. E’ una pianta bulbosa perenne con foglie filiformi cave che possono raggiungere anche i 50 cm di altezza, con un delicato profumo di cipolla. Produce dei fiori lilla che andrebbero tagliati appena sbocciati. E’ una pianta molto resistente e facile da coltivare anche in vaso. Le foglie che crescono dopo il taglio, non vanno recise alla base, ma vanno lasciate alcuni centimetri in modo da favorire la crescita.

Data la facilità con cui si può coltivare anche in casa ed essendo una pianta che non sopporta bene l’essiccazione, tenere un vaso sul davanzale è il metodo migliore per consumare quest’erba sempre fresca e al meglio del suo aroma.

Il metodo di conservazione migliore dell’erba cipollina è comunque la surgelazione in sacchetti sigillati; fresca può essere conservata per qualche giorno in frigorifero. Dovendo utilizzare erba cipollina essiccata, è bene far rinvenire le foglie spruzzando con del succo di limone.

L’erba cipollina viene utilizzata sminuzzata per insaporire uova e frittate, patate lesse o in insalate, salse, creme e minestre. E’ ottima con formaggi molli freschi e panna acida.

Dato il suo sapore simile alla cipolla, può sostituirla in molte preparazioni laddove quest’ultimo ingrediente deve essere utilizzato crudo. In fase di cottura va aggiunto all’ultimo momento.

L’erba cipollina contiene vitamina C, fosforo e oli essenziali con proprietà digestive, antisettiche, lassative, cardiotoniche.