Le origini della pianta sono antichissime e le varietà diverse.

I semi possono essere schiacciati o orbicolari, grandi o piccoli, di colore verdiccio, grigio-bruno, gialliccio, rosso, rossastro o nerastro, screziati o punteggiati.

Si mangiano cotte in minestre, zuppe o stufati e si cuociono mettendole prima in ammollo per un tempo di almeno 12 ore. Sostituita l’acqua di ammollo, sciacquate bene, si passa alla cottura a fuoco lento per 20-30 minuti e si lasciano bollire mentenendole appena ricoperte d’acqua con un trito di sedano carote e cipolla.

Le lenticchie sono povere di grassi e ricche di proteine e amido; sono ricchissime di ferro e selenio, importante nella crescita e nel mantenimento delle membrane cellulari. Contengono magnesio, zinco e rame