I ceci, come gli altri legumi secchi, sono produttori di acidi urici e impegnano il lavoro renale. Per questo , il miglior modo di assumerli è allo stato fresco. In commercio, però, i ceci freschi non sono reperibili, sono disponibili solo secchi o precotti in scatola.

Le principali caratteristiche dei ceci sono l’alta percentuale di proteine e amido, e conseguentemente alto è il valore calorico.

I ceci sono molto nutrienti, energetici, utili nei casi di superlavoro e forte dispendio energetico. Alcune sostanze presenti nei ceci agevolano lo scorrimento biliare e di conseguenza riducono l’assorbimento dei grassi.

Il rapporto sodio-potassio favorisce la diuresi, e l’alta percentuale di ferro costituisce un elemento utile al convalescente e alla donna in gravidanza. Contengono anche selenio, zinco, magnesio e rame, elementi indispensabili nell’accrescimento, nel mantenimento dell’integrità funzionale delle membrane cellulari e dell’organismo in generale.

I ceci si cuociono semplicemente in acqua, mettendoli preventivamente in ammollo per almeno 12 ore . Si impiegano nella preparazione di minestre e zuppe. Spesso vengono serviti come contorno, ma essendo molto proteici si accompagnano con le insalate miste, ma non con altre proteine. Si accompagnano invece bene ai carboidrati e quindi si possono preparare degli ottimi piatti (es. pasta e ceci).